5/03/2012

#OpColtan Anti-slavery,genocide and ethnic cleansing




Press ENG

The Coltan contains tantalio, essential mineral for the production of cellular phones, computers and technolgical equipment.
It is extracted by reducing powdered stones that lie in the open air. It is an exhausting work that lasts for hours and hours under the sun,  carried out with bare hands. Coltan also contains a percentage of uranium, so it's radioactive and therefore, the workers find themselves covered with sores soon, and risk their own lives or serious impairment, such as cancer and impotence. Its price has soared since it became necessary for the modern technology industry.
The Democratic Republic of Congo (DRC) owns 80% of the world's aforementioned miniral's deposits, the struggle for the control of coltan , since 1998 has already caused more than five milion deaths. These are words by  "Kofi Annan", in a pubblic debate when he held the post of ONU secretary "The war in Congo is due to the control of its natural wealth". The network that handles the extraction, transport and marketing use of coltan is very brunched and often linked to smuggling and therefore difficult to find, so we are only able to state the name of some of those responsible:
Nokia, Ericsson, Siemens, Sony, Intel, Hitachi, IBM , Samsung, Motorola, Panasonic, LG, Dell, Apple etc.. , CitiBank is also directly involved in the trafficking of coltan by the Bank of Commerce, Development and Industry (BCDI), its branch in Kigali. Among the dozens of companies that manage the traffic and its appointment, we mention the German Bayer, through its subsidiary Starck, producer of 50% of tantalum powder. Furthermore, the exploitation of coltan has caused the destruction of the congolese ecosystem along with gorillas who lived there. More than 10.000 farmers have been forced to become miners subjected to grueling work conditions and the continuing violence of the gangs of rebels who smuggle the minerals. Rwandan military carry coltan with helicopters and trucks, they are supplied with weapons, also by some private airlines such as Sabena Belgian, associated with American Airlines, as some ONG have proof. Until now, the loser is the population of this country, the winners are the multinationals, but unfortunately other human beings around the planet risk the losing of  right to a peaceful existence and at living conditions that must be, at least , decent.
Deposits of coltan, in fact, were discovered in the Amazon rainforest already threatened by minerals firms and big dams. We are sick of seeing Earth reduced to a large expanse of potholes, where humans are killed in exploitation conditions. Western greed afflicts the Congo in the worst and inhumane way since '800; we do not forgive the atrocities performed by mercenaries of Leopold II in Congo, a place rich in rubber and ivory. We do not forget the fury of thirst of gold Catholics conquerors that invaded Latin America since '500.
To Lords of  industry and  banks:
 Your greed destroys the environment, insults humankind forcing it into slavery.
In Congo as Latin America, your projects as well as destroying pristine environments, establish genocide and ethnic cleansing.
The first against inhabitants of the Congo, the second against indigenous peoples of South America.
So we request you to front a trial celebrated by an international tribunal. The imputation is : crimes against humanity. As your violence insist on populations that have already been violated for centuries from exploiters, not less rapacious and bloodthirsty of you, this fact must be considered an aggravating factor.

We are anonymous
We are legion
We do not forgive
We do no forget
Expect us


Press ITA

Il coltan, contiene tantalio, minerale essenziale per la produzione di telefoni cellulari, computer e apparecchiature tecnologiche. Viene estratto riducendo in polvere pietre che si trovano all'aria aperta.
E' un lavoro massacrante che dura ore e ore sotto il sole ed è svolto a mani nude. Il coltan inoltre contiene una percentuale di uranio e perciò è radioattivo, così i lavoratori si ritrovano presto ricoperti di piaghe e rischiano la vita o gravi menomazioni, come tumori e impotenza sessuale.
Il suo prezzo è cresciuto a dismisura da quando è diventato necessario per la moderna industria tecnologica.
La Repubblica Democratica del Congo (RDC), possiede l'80% dei giacimenti mondiali del minerale citato, la lotta per il controllo del coltan, a partire dal 1998 ha già provocato più di cinque milioni di morti.
Queste sono parole che Kofi Annan pronunciò pubblicamente quando ricopriva ancora la carica di segretario dell'Onu, "La guerra del Congo è dovuta al controllo delle sue ricchezze naturali".
La rete che gestisce l'estrazione il trasporto la commercializzazione l'utilizzo del coltan è molto ramificata e spesso legata al contrabbando e perciò difficilmente rintracciabile, quindi siamo soltanto in grado di riportare il nome di alcuni tra i responsabili:
Nokia, Ericsson, Siemens, Sony, Intel, Hitachi, IBM , Samsung, Motorola, Panasonic, LG, Dell, Apple etc, inoltre CitiBank è direttamente implicata nel traffico di coltan tramite la Banca del Commercio, Sviluppo e Industria (BCDI), sua filiale a Kigali.
Tra le decine di compagnie che gestiscono il traffico e la sua lavorazione citiamo la tedesca Bayer tramite la controllata Starck, la produttrice del 50% di tantalio in polvere.
Inoltre lo sfruttamento del coltan ha provocato la distruzione dell'ecosistema congoles insieme ai gorilla che lo abitiavano.
Più di 10.000 agricoltori sono stati costretti a diventare minatori sottoposti a condizioni di lavoro massacranti e alle continue violenze delle bande di ribelli che contrabbandano i minerali.
Militari ruandesi trasportano il minerale con elicotteri e camion e vengono riforniti di armi anche da alcune compagnie aeree private come la belga
Sabena, associata ad American Airlines, come hanno provato alcune ONG.
Fino ad ora, chi ha perso sono stati gli abitanti di questo paese, i vincitori le multinazionali,ma purtroppo altri esseri umani in tutto il pianeta richiano di perdere il diritto ad un'esistenza pacifica e a condizioni di vita almeno dignitose. Giacimenti di coltan sono stati infatti scoperti nella foresta amazzonica già minacciata dallo sfruttamento minerario
e dalle megadighe.
Siamo stanchi di vedere il pianeta terra ridotto ad una distesa di grandi voragini dove gli esseri umani in condizioni schiavili perdono la vita. L'avidità dell'occidente colpisce il Congo nel modo più disumano fin dell'800, noi non dimentichiamo e atrocità che i mercenari di Leopoldo II compivano nel Congo ricco di caucciù ed avorio. Non dimentichiamo la furia dei conquistatori cattolici assetati d'oro che sconvolse l'america latina dal '500. Signori delle industrie e delle banche la vostra ingordigia devasta l'ambiente insulta il genere umano costringenolo in schiavitù.
Signori delle industrie e delle banche:
in Congo come in America Latina i vostri progetti oltre a distruggere ambienti incontaminati instaurano, un genocidio ed una pulizia etnica.
Il primo ai danni degli abitanti del Congo la seconda ai danni delle popolazioni indigene del Sud America.
Chiediamo pertanto la vostra incriminazione difronte ad un tribunale internazionale per crimini contro l'umanità. Visto che le vostre violenze insistono su popolazioni che sono già state violate da secoli nei loro dritti da sfruttatori non meno rapaci e sanguinari di voi, quest'ultima circostanza debba essere considerata una aggravante.
We are anonymous
We are legion
We do not forgive
We do no forget
Expect us


Press ESP
El  Coltán es un material que contiene tantalio, un mineral esencial para  la producción de teléfonos celulares, computadores, y muchos otros  aparatos tecnológicos.
Es  extraído mediante la reducción a polvo de rocas nque se encuentran en  vetas al aire libre. Es un trabajo exhaustivo que toma muchas horas bajo  la inclemente luz solar, realizado de forma prácticamente artesanal. El  Coltán también contiene trazas de  uranio, lo que lo hace radiactivo,  por ende representa un riesgo para la salud de los trabajadores pues  estos suelen entrar en contacto con el material mediante heridas, lo que  podría conllevar a graves amenazas para su vida o su salud, como la  aparición de cáncer, o la impotencia. Su precio ha aumentado desde que  se tornó necesario para la industria tecnológica moderna.
La  República Democrática del Congo (RDC) posee el 80% de los depósitos de  coltán en el mundo, la lucha por el control del coltán, ha causado más  de cinco millones de muertes desde 1998. Las siguientes palabras fueron  pronunciadas en público por  Kofi Annan, cuando éste se encontraba en el  cargo de secretario general de la ONU: «La guerra en el Congo se debe  al control de sus riquezas naturales». La red que maneja la extracción,  transporte, mercadeo, y utilización del coltán, se halla muy ramificada,  y frecuentemente se entrelaza con las del contrabando, por lo que es  difícil de rastrear, por ello sólo podemos nombrar algunos de los  responsables: Nokia, Ericsson, Siemens, Sony, Intel, Hitachi, IBM , Samsung, Motorola, Panasonic, LG, Dell, Apple, etc. CitiBank  también está envuelto directamente en el tráfico del coltán, mediante  su filial en Kegali, el Banco de Comercio, Desarrollo e Industria  (BCDI).
Entre las docenas de compañías que manejan el tráfico y dsitribución del coltán, resaltamos a la alemana Bayer,  mediante su subsidiaria Starck, productora del 50% del polvo de  tantalio. Por otra parte, la explotación del coltán ha ocasionado la  destrucción del ecosistema congoleño, junto con los gorilas que allí  vivían. Más de 10.000 granjeros han sido obligados a trabajar como  mineros, sujetos a paupérrimas condiciones de trabajo y la continua  violencia de los grupos rebeldes que trafican minerales.
El  ejército ruandés transporta minerales con helicópteros y camiones (los  cuales están abastecidos con armas), contando tambień con la ayuda de  aerolíneas privadas, como la belga Sabena, asociada con American  Airlines, como lo pueden probar algunas ONG. Hasta ahora, quienes  pierden son los habitantes de éste país, y los ganadores son las  multinacionales. Desafortunadamente, otros seres humanos están perdiendo  su derecho a una existencia tranquila, con condiciones de vida  decentes.
Depósitos  de coltán han sido descubiertos en la selva amazónica, la cual tiene  que lidiar con las amenazas de la explotación minera, y la construcción  de represas. Estamos hartos de ver cómo el planeta Tierra es reducido a  un gran terreno lleno de huecos, donde los humanos son asesinados en  condiciones de esclavitud. La codicia de Occidente perjudica al Congo de  la peor y más inhumana forma, sólo equiparada a los daños causados en  el siglo XVII. No perdonamos las atrocidades cometidas por los  mercenarios de Leopoldo II de Bélgica en el Congo, un lugar rico en  caucho y marfil. No olvidamos  lo implacable de la sed de oro de los  conquistadores católicos que invadieron  América desde el siglo XVI.
A los dueños de bancos e industrias:
Su  codicia destruye el medio ambiente, e insulta a la humanidad  sometiéndola a la esclavitud. En el Congo, como en Latinoamérica, sus  proyectos están acabando con entornos vírgenes, estableciendo el  genocidio y la limpieza étnica. Lo primero contra los habitantes del  Congo, lo segundo contra los pueblos indígenas de Sur y Centro América.
Por  ello solicitamos su acusación directa ante una corte internacional por  crímenes de lesa humanidad. También debería ser considerado como factor  agravante, su violenta reincidencia en poblaciones que ya han sido  ultrajadas por siglos, en su rapaz y sanguinario  camino de  explotación. 

We are anonymous
We are legion
We do not forgive
We do no forget
Expect us


Dalla nuova dichiarazione dei diritti degli esseri umani , dell'ecosistema e degli animali , citiamo:
m2  Cancellazione della semi schiavitù. In molti stati, anche così detti democratici gli indigenti vedono il loro diritto alla vita, cioè a non esser aggrediti direttamente o indirettamente, gravemente leso. Tuttavia molti di essi godono teoricamente di tale diritto.
Per tutti/e costoro rivendichiamo il già trattato diritto all'esistenza. Vi sono tuttavia esseri umani che non vedono, nemmeno teoricamente, riconosciuto il proprio diritto alla vita. Sono di fatto gli immigrati in modo "irregolare" in uso come in Francia in Italia ed in molte parti del pianeta costoro si trovano costretti a lavorare in modo massacrante senza alcuna garanzia, sottopagati discriminati e relegati in abitazioni fatiscenti. Le leggi permettono ad ogni "cittadino" di denunciarli come clandestini. Spesso i "clandestini" sono sottoposti a lunghi periodi di internamento in veri e propri campi di concentramento, sovraffollati e sporchi. Le condizioni dei "clandestini" non differiscono da quelle degli afro-americani liberati nel 1865 dopo la guerra di secessione statunitense. Questi/e non erano più schiavi ma nuove leggi, alcune delle quali valide fino agli anni '60 del '900, ne impedivano il voto sancendo un regime di apartheid. Il Klu Klux Klan tollerato anche dal presidente Wilson uccideva indisturbato gli afro-americani. Costoro erano di fatto ancora schiavi, liberi solo di lavorare fuori dalle piantagioni, sottopagati, per le industrie. Una condizione davvero troppo simile a quella degli odierni immigrati senza diritto. Gli stati che consentono questo scempio della dignità umana perdono ogni autorità morale di fronte ai propri "cittadini". Gli immigrati irregolari sono, ovviamente, esseri umani e devono quindi poter godere del diritto all'esistenza. La semi-schiavitù è intollerabile, perciò invitiamo ogni essere umano a combatterla con tutti i mezzi non violenti a disposizione, ed esigiamo che gli stati si battano da subito contro i semi-schiavismo.
Chat: http://webchat.anonops.com/ #iberoamerica #OperationGreenRights  #DeclarationChan irc.anonops.pro

Download video:
http://www.mediafire.com/?k3b4v7h9ecflw47

Public Pad : http://titanpad.com/ep/pad/view/eFTknlauaD/qEwJ9qbWv3
( open with tor or VPN it show ip location )
on PASTEBAY : http://www.pastebay.net/860357
PRESS: http://www.pastebay.net/860341


VIDEO DOCUMENTARY - (BLOOD MOBILE)

No comments:

Post a Comment